CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

19 maggio 2017   
*DENTRO I SEGRETI DELLA PSICOCINESI.
di Classe:1DU Alunni:Longobardi Mariagiovanna, Calabrese Luca, Cirillo Luigi, Vertolomo Teresa Pia, Esposito GiuseppinaCordinatrice:Grella Mariagiuseppina


Esiste qualcuno capace di spostare un oggetto solo guardandolo o pensandolo? C'è chi crede di si,anche se la scienza é da sempre dubbiosa. Da oltre un secolo,infatti,si cerca di capire se la psicocinesi sia realtà o solo un'illusione. É durante gli anni 70del secolo scorso la parapsicologi sembrò sul punto di confermare la realtà di questi straordinari poteri. Nel 1974 due fisici statunitensi del Stanford Research Institute pubblicarono sulla rivista Nature una ricerca che fece scarpore: sostenevano di avere trovato un uomo capace di dimostrare a comando di possedere quei poteri che la parapsicologia inseguiva da sempre. Era un giovane israeliano, di nome Uri Geller, al cui comando le forchette si piegavano, gli aghi delle bussole impazzirono e gli orologi cambiavano ora. Divenne celebre in tutto il mondo. L'illusionista James Randi non era convinto. Conosceva l arte dell'inganno e dopo aver studiato l'esibizioni di Geller, spiegò di avere individuato il trucco. Cercò di mettere in guardia gli studiosi ma nessuno volle dargli retta:"Randi é un prestigiatore", dicevano,"ovvio che lui riesca a ripetere i fenomeni con un trucco, ma queste persone sono autentiche". Spuntarono poi altri individui che dicevano di avere gli stessi poteri e, di conseguenza, aumentarono gli scienziati disposti a studiarli. Due ragazzi esaminati dall'Università di Washington, sembravano capaci di replicare tutto quello che faceva Geller e molto di più. Ancora una volta Randi avvertì di possibili inganni, ma gli studiosi reagirono infastiditi. Finché i due ragazzi rivelarono di essere prestigiatori che proprio Randi aveva mandato per dimostrare come i ricercatori siano inermi di fronte a un abile mistificatori. Benché oggi gli scienziati affermino che del nostro cervello c'è ancora tanto da scoprire, da quel momento la scienza non si é più occupata di psicocinesi. La parola"fine" non é dunque stata ancora scritta.

visite articolo: 268

 

componente del giornale web
Scrivo... Rifletto... Produco...
diretto da
Elisabetta Cafaro - Concetta Caputo
Istituto superiore
Liceo Statale "A.Galizia"
di Nocera Inferiore (SA)