CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

07 dicembre 2018   
CAPPUCCETTO ROSSO
di Ylenia Napoletano 1^B

Cappuccetto Rosso è una ragazzina che vive nella periferia di una città e per andare a scuola o in qualsiasi altro posto si muove con i mezzi pubblici, perché vive lontana dal centro della città. Sua madre e suo padre lavorano come avvocati. Lei adora vestirsi di rosso, infatti porta sempre una tuta rossa. Un giorno sua madre le chiese di andare a trovare la nonna al posto suo, perché doveva lavorare e le chiese di portarle in un cestino un po’ di spesa: mele, salame, salsiccia e pane. Così, Cappuccetto Rosso preparò il cestino e si mise in viaggio per andare a trovare la nonna alla Casa di Riposo, con il suo cagnolino Tabby, cosa non molto semplice, visto che doveva prendere ben quattro mezzi di trasporto e poi doveva sopportare la tanta confusione che avrebbe dovuto incontrare nelle stazioni. La ragazzina aspettò il primo autobus e intorno a lei si aggirava un ragazzo che aveva notato il suo telefono (che era uno degli ultimi usciti) e, poiché era molto interessato, decise di seguirla. Dopo salì anche lui sull'autobus. Tabby aveva notato questo tipo un po’ strano e iniziò a guardarlo in modo sospettoso. Cappuccetto si era accorta che Tabby era nervoso, ma fece finta di niente, pensando fosse colpa della confusione. In seguito, sul terzo mezzo di trasporto notò anche lei che quel ragazzo stava prendendo gli stessi mezzi pubblici che stava prendendo lei e iniziò a sospettare. Nell'attesa dell'ultimo mezzo di trasporto, il ragazzo fissò il cellulare; Cappuccetto fissò il ragazzo. Il ragazzo iniziò a correre per prendere il cellulare ma Tabby, coraggiosamente, digrignò i suoi denti, abbaiandogli contro e il ragazzo, spaventato, scappò via. Cappuccetto, sconcertata, corse sul mezzo pubblico e accarezzò Tabby per ringraziarlo di averla salvata tirando un sospiro di sollievo. Finalmente Cappuccetto arrivò dalla nonna a cui lasciò il cesto di cibo e raccontò la sua avventura. Ma non restò molto, perché le aspettava il viaggio di ritorno. Così dopo averla salutata affettuosamente, ritornò a casa con Tabby, facendo più attenzione al telefonino. Una volta tornata a casa, ad aspettarla c'erano i suoi genitori a cui raccontò la sua avventura, mentre Tabby scodinzolava allegro e orgoglioso di aver aiutato Cappuccetto Rosso.

visite articolo: 568

 

componente del giornale web
L'ottava nota
diretto da
Marina Mazzilli
Secondaria I°
Istituto Comprensivo Tattoli De Gasperi
di Corato (BA)