CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

30 ottobre 2018   
LA FESTA DI HALLOWEEN E DEI MORTI: due feste differenti, ma molto simili tra loro.
di Cuccia Dafne, Liccardi Silvestro, Saverino Dalila classe 1 A

Con l'arrivo del mese di Novembre si celebrano due feste differenti: la festa di Halloween e la festa dei morti.
Halloween nasce da origini antichissime e si sviluppa in Irlanda circa duemila anni fa dal popolo celtico. La parola Halloween deriva dall'inglese Hallow che significa "Santo", quindi vigilia di tutti i santi. Per il popolo celtico il primo novembre iniziava il nuovo anno e si salutava la bella stagione, che aveva permesso di sfamare il bestiame e di conservare le risorse per l'inverno, per questo si ringraziano le divinità con sacrificio di animali e indossando maschere grottesche. Ma in questa notte la divinità Samhin chiamava tutti gli spiriti dei morti in modo che potessero congiungersi con i vivi. Si metteva anche del cibo e del latte per le anime dei morti e si trascorreva la notte festeggiando.
Poi questa festa arrivò anche in America dove si diffuse subito. In Italia giorno uno e due novembre si celebra la festa dei morti che viene istituita da Amalario nel IX secolo per onorare i defunti cristiani con messe, lumini e fiori. I bambini interpretano queste feste ognuno a proprio modo. I bambini americani la notte di Halloween si vestono con costumi da brividi e girano per le case recitando la formula "Trick or Treat" ovvero "dolcetto o scherzetto". Le case vengono ornate con luci e zucche svuotate e illuminate che indicano il volto dei demoni da scacciare. I bambini italiani per tradizione, la notte del primo novembre mettono le scarpe dietro la porta e se sono stati bravi troveranno giocattoli e leccornie, se invece sono stati monelli troveranno il carbone.
Secondo noi, sia Halloween sia la commemorazione dei morti è un modo per ricordare le anime defunte rispettandole e trasformando un momento triste in un momento di gioia e allegria, grazie alla presenza dei bambini. Sono due feste che sembrano apparentemente diverse, ma in realtà sono molto simili.

visite articolo: 1.318

 

componente del giornale web
DIODORINO news
diretto da
Rosa Rosano
dell'Infanzia / Primaria / Secondaria I°
I.C. GIUSTI SINOPOLI
di AGIRA (EN)