CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

05 dicembre 2018   
La principessa Azzurra e i colori dell’Arcobaleno
di Miriam Curella IV C Don Milani

C’era una volta una principessa di nome Azzurra, che viveva in un tetro e buio castello, dove tutto sembrava nero. Con lei abitava la sua matrigna, la Strega Nera, che le impediva di uscire e di provare l’emozione di nuovi colori.
Un giorno la principessa disse al suo amato Stregatto: - Mi piacerebbe vedere il mondo esterno, vedere la luce e i colori del cielo, dell’erba e dei fiori, ma la mia matrigna me lo impedisce e non mi lascia partire.
Provaci! Non ti arrendere – le rispose l’animale.
Devi sapere che una volta cercai di scappare via da qui. – ribadì Azzurra –Ero ancora piccola e cercai di uscire dal portone che dà sul ponte levatoio. La Strega Nera, però, aveva disseminato di trappole tutto il castello: ogni volta che cercavo una via di uscita, cadevo in una rete fatta con fili di ragni…Bleah!
Lo Stregatto esclamò: - Ti aiuterò io! Distrarrò con i miei forti miagolii la tua matrigna, così tu potrai uscire.
Allora iniziò ad emettere i suoi intensi e striduli miagolii, facendo sobbalzare la Strega Nera, che si arrabbiò moltissimo: - Stregattaccio della malora, smettila di urlare perché mi rompi i timpani!!!
La matrigna allora cercò di trovare il gatto, ma, nel frattempo, Azzurra riuscì a fuggire via dall’oscuro castello.
Finalmente libera! – esclamò la giovane – Posso finalmente respirare aria pura e vedere i colori della natura!! Mi sono mancati tanto! Voglio andare nel regno dell’Arcobaleno per ammirare tutti i colori dell’iride!
Così cominciò a camminare per sentieri e foreste, finché giunse nel regno del principe Adrien. I due si incontrarono nel giardino reale e il giovane le disse: - Cosa ti conduce qui, bella principessa?
Sono fuggita dal mio castello, dove la mia matrigna, la malvagia Strega Nera, mi teneva prigioniera e non mi voleva far conoscere ed esplorare il mondo, farmi vedere tutti i suoi colori! – rispose Azzurra – E’ terribile vedere sempre tutto buio e nero. Sto andando nel Regno dell’Arcobaleno per ammirare tutta l’iride.
Ti ci porterò io! – le disse Adrien.
I due così partirono ed arrivarono dopo alcuni giorni nel regno dell’Arcobaleno. Azzurra era felice ed estasiata da tutta quella luce colorata che ammirava lì. Dopo tanto buio adesso si tuffava in un mare di colori: era quello che aveva sempre desiderato, sognato, amato.
Adrien ed Azzurra furono accolti dal Mago Kolors, che chiese loro per quale motivo fossero lì. La giovane gli rispose: - Sono stata a lunga prigioniera nel mio castello oscuro, dove la Strega Nera mi impediva di conoscere e di vedere nuovi colori.
La conosco! – esclamò Kolors – Lei è la Regina delle Tenebre e vuole che tutto il mondo viva nell’oscurità. Se vuoi tornare a vivere nel tuo regno, cara principessa, dovrai superare una prova.
Quale prova? – domandò Azzurra.
Ti dono la Spada della Luce! – le spiegò il mago – Con questa antica e potente arma potrai finalmente sconfiggere la Strega Nera e il suo buio potere.
Ti ringraziamo di questo dono. – disse allora Adrien – saremo degni di questa spada!
Così i due tornarono indietro e si recarono al castello della temibile megera. Non appena li vide, la Strega Nera si scagliò contro di loro, ma la Spada della Luce, tenuta da Azzurra, emise un bagliore con tutti i colori dell’arcobaleno, che tramortì la strega.
Immediatamente tutto cominciò a risplendere e a colorarsi. La vita della luce e dei colori era ritornata in quel castello.
Adrien e Azzurra si sposarono…e vissero per sempre felici e contenti…immersi in tutti i colori della natura!

Miriam Curella IV C Don Milani

visite articolo: 284

 

componente del giornale web
Il Meg@fono
diretto da
Giuseppe Mistretta
Primaria
Primaria dell'I.C. LEOPARDI
di LICATA (AG)