CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

18 settembre 2018   
LA FINE DEL CERCHIO
di Sabrina Nilo

Questo libro é un romanzo di Beatrice Masini, comincia raccontando che la Terra ormai non é più abitabile e la popolazione di tutto il mondo si trasferisce su un altro pianeta.
Una volta che la Terra si ristabilizza,gruppo di bambini molto piccoli vengono mandati sulla Terra accompagnati da un anziano con un certo bagaglio di esperienze chiamato Vecchio,che li aiuti fin quando puó ad ambientarli nel nuovo mondo.
Il primo gruppo é composto da Osso,Gawain,Ria,Adela e Altair accompagnati dal vecchio.
Il gruppo é su una spiaggia,cercando un posto dove passare la notte e trovarono una villetta ancora in buono stato,con bagno,cucina e camere da letto.I bambini impararono a coltivare cibo,cucinato,a orientarsi nella foresta a cercare frutta...quando un giorno trovarono una scuola non molto lontano dalla casa e il Vecchio pensó di far loro da insegnate,anche se all'inizio ai bambini non piaceva l'idea di stare quattro ore seduti.
Un giorno invece andarono in un negozio a prendere dei vestiti nuovi,i bambini erano arrivati solo con un vestito e delle scarpe tutti uguali,e il Vecchio pensó di fare un piccolo regalo.
Ora il Vecchio era andato,come da regolamento,una volta che i bambini si ambienteranno e sapranno sopravvivere,dovrà andare via.

Il secondo gruppo:Kai,Gerda,Moshe e il Vecchio.Lui raccontava loro del passato,di come le scimmie si sono evolute in uomini e ripeteva scherzandoci su,che ora loro erano come le scimmie.
Una sera,Moshe,il piú grande parló con il Vecchio mentre gli altri due dormivano nella capanna di un villaggio con un pozzo e terra fertile che avevano trovato,lui credeva che la loro squadra fosse zoppa (per la mancanza di un componente),un caso disperato.Lui,rispose:"E chi non lo è?".
Pochi giorni dopo trovarono un piccolo villaggio vicino al fiume,con terra fertile e un pollaio e insegnó loro a prendersi cura delle galline e coltivare,gli fece osservare gli animali nel bosco e spiegó quali animali erano e cosa facevano.
Molte settimane dopo,quando ormai si erano abituati a quella vita,arrivó da loro una ragazza di nome Adaeze,forse era una sopravvissuta,non parlava la loro lingua,ma non servivano le parole per capirsi.Ma il Vecchio capi una cosa,era ora per lui di andare.

Il terzo gruppo:Go,Rah,Udo e l'unica femmina,Isi,sempre calma anche nel viaggio fino alla Terra nella "Nave dai Mille Occhi" ,chiamata cosí da loro.
Passavano i giorni incollati a guardare dagli obló,non riuscivano a trattenersi neanche quando cercavano di insegnare qualcosa,appena finivano subito correvano agli oblò.
Ogni notte,nella casa che avevano trovato,il Vecchio veniva trascinato per i piedi da "Bambina Bianca",l'aveva chiamata così perché era bianca,come la paura.Ogni notte scivolava dal muro e veniva a svegliarlo facendosi inseguire per poi tornare nel muro,e la trovavi come prima,con il suo mezzo-sorriso.
Il Vecchio cominciò insegnando ad accendere il fuoco e cucinare.
Il Vecchio vedeva sempre Isi nella "Sala del Cane" a fissare un cane in un quadro,e pensó di adottarne uno,ma non aveva capito,Isi guardava la donna nel quadro,diceva che era come lei,sola come lei,ma il Vecchio la accompagnó in soffitta,doveva aveva scoperto una stanza di specchi,la fece specchiare,lei non era sola.
Un giorno arrivó un altro gruppo da loro,senza un Vecchio.
I due gruppi cominciarono a conoscersi,scambiando idee per coltivare,cacciare e altro per la sopravvivenza.
Il Vecchio capì che era ora di andare.

Tutti i gruppi erano monitorati dall'alto,da chi li aveva salvati,con varie telecamere.
Loro lo chiamavano gioco,anche se era un brutto modo per chiamarlo.Fissavano i monitor.In un monitor una bambina con pelle scura e grandi occhi faceva ciao con la mano.Guardarono in tutti i monitor,tutti i bambini i posti di tutto il mondo salutavano con la mano.
Uno dei due credeva che fosse una malattia,avevano mangiato qualcosa di strano,l'altro rispose che alla fine,stavano solo facendo i bambini.

visite articolo: 443

 

componente del giornale web
MILANI NEWS
diretto da
Celestina Maresca - Antonella Todisco
dell'Infanzia / Primaria / Secondaria I°
Istituto Comprensivo S.M. Milani
di CAIVANO (NA)