CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

31 ottobre 2018   
Io sono il padrone del mio destino, il capitano della mia anima
di Benedetta Ternullo e Angelica Russo

Quest’anno il tema trattato nel laboratorio di giornalismo è stato quello della “diversità”.
Spesso pensiamo che la diversità generi malessere, ma non è così.
“Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe sociale alla quale appartiene. Gli uomini imparano a odiare e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l’amore, per il cuore umano, è più naturale dell’odio.”
Fra queste righe scritte da Nelson Mandela c’è qualcosa che tutti noi dovremmo avere, il rispetto verso i nostri “simili”.
Cosa è, dunque, la diversità?
Per noi ragazzi la diversità può mostrarsi sotto tante forme. Il più delle volte il pregiudizio è legato alla fisicità delle persone o al colore della pelle, ma troppo spesso consideriamo “diverso” anche chi ha un’andatura “particolare” o chi porta gli occhiali. Tutto ciò può creare emarginazione.
Alcune persone hanno combattuto per questi diritti di uguaglianza e libertà, in particolare un uomo che ha sacrificato se stesso, Nelson Mandela.
Egli diventò il primo presidente sudafricano nero della storia di un Paese nel quale la divisione fra bianchi e neri aveva cancellato qualsiasi diritto del popolo “non bianco”.
La sua lotta, i suoi ideali, il suo sacrificio e la sua perseveranza gli hanno portato il Premio Nobel per la Pace nel 1993.
La sua vita si è conclusa nel 2013 ed è rimasta celebre una sua frase, che è entrata nel cuore di tutti: “Non c’è passione nel vivere in piccolo, nel progettare una vita che è inferiore alla vita che potresti vivere.”

visite articolo: 544

 

componente del giornale web
MONDO SCUOLA
diretto da
Raffaela Amoroso

Istituto Comprensivo Cesare Giulio Viola
di TARANTO (TA)