CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

17 ottobre 2018   
Obesity day
di Benedetta Areniello

Il 10 ottobre è stata celebrata la Giornata "Obesity day", la campagna nazionale di sensibilizzazione per la prevenzione dell'obesità e del sovrappeso. Anche la Scuola Secondaria di I grado "Ammendola- De Amicis", ha contribuito a diffondere consigli utili per combattere e prevenire l'obesità. Sono intervenuti il nutrizionista, il dottor Cortile, che ci ha spiegato che addirittura 1 persona su 3 soffre di obesità; il 26% di persone sono in sovrappeso, il 18% sono obesi e il 30% è costituito da bambini con problematiche in eccesso di peso.
Ma che cos’è l’obesità?
È dovuta ad un eccesso di grassi. Per capire se siamo in sovrappeso bisogna eseguire il BMI ( o IMC = Indice di massa corporea), che è l’indicatore oggi più utilizzato nella valutazione clinica e nella classificazione del Sovrappeso e dell’Obesità.

Il suo valore numerico si ottiene dal rapporto del peso espresso in Kg e l’altezza espressa in m al quadrato.
Le complicanze dell’obesità sono sia a livello sociale che,ovviamente, a livello di salute, come problemi cardio-vascolari e polmonari.
Le cause sono: abitudini malsane e poco movimento; il 70% dei ragazzi fa poca attività e il 50% dei bambini guarda per almeno 3 ore al giorno, la TV .
Un altro problema è che 4 su10 consumano bevande zuccherate. La frutta, che è molto importante, viene consumata ben poco, invece i prodotti da evitare sono i cibi “spazzatura”, come i biscotti, merendine, fritture ecc.
Frutta e verdura devono diventare,invece, la parte principale della nostra alimentazione e dovremmo imparare a fare un uso equilibrato di vitamine e minerali, che servono a crescere.
Poi, è stata la volta della Dott.ssa Pasqualina Nappo, una psicologa che ci ha posto la fatidica domanda: "Chi crede sia in sovrappeso?"; 20 ragazzi su 60 hanno detto di vedersi in sovrappeso e sono quelle persone insicure, deboli, che non si accettano per come sono. Ma c’è speranza per tutti: se si vuole dimagrire, è necessario svolgere attività fisiche (sport), osservare un regime alimentare sano ed equilibrato e condurre una vita migliore.

visite articolo: 168

 

componente del giornale web
"SCRIPTA MANENT"
diretto da
Amalia Ammirati
Secondaria I°
Ammendola - De Amicis
di San Giuseppe Vesuviano (NA)