CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

24 giugno 2018   
Metopa di Demetra e Persefone sulla Quadriga
di Classe 1° sez. A

Giorno 7 Aprile abbiamo visitato il Museo Salinas di Palermo. E’ stata una mattinata interessante, anche perchè abbiamo visto delle opere di cui la Professoressa ci aveva parlato in classe.
Tra le tante cose viste, abbiamo approfondito la nostra conoscenza sulle metope che facevano parte dei temple greci. Si trattava di metope di grandi dimensioni che raccontano dei miti molto affascinanti. Quella che ci è piaciuta molto è la metopa che racconta il mito di Demetra e Persefone.
Demetra era la dea della fertilità che proteggeva le coltivazioni ma anche tutto quello che cresce: dai fiori, alla frutta, a tutte le cose viventi. Demetra aveva una figlia che amava moltissimo, Persefone, il cui padre era Zeus
Un giorno Persefone fu rapita da Ade che si era Innamorato di lei. Mentre Persefone stava raccogliendo dei gigli, improvvisamente la terra si aprì e Ade la portò nel suo mondo. Quando Demetra si accorse che la figlia era scomparsa, cominciò a cercarla. giorno e notte, fin quando Elio, le raccontò del rapimento. Demetra divenne furiosa e abbandonò il suo ruoplo di protettrice delle coltivazioni. Così la terra s’inaridì, Non ci furono più alberi, fiori frutti, tutto seccò. Allora Zeus ordinò ad Ade di rimandare Persefone sulla terra, Ade obbedì, ma prima di riportarla sulla terra, fecero un patto: per otto mesi l’anno, Persefone poteva vivere sulla terra con sua madre e, per gli altri quattro, sarebbe restata nell’Ade. Demetra alloraacconsentì che i campi si riempissero di grano, di fiori, e gli alberi di frutti. Così nacquero le stagioni: tutto è verde e fertile per otto mesi l’anno. Per quattro mesi (imnverno e autunno) ,quando Demetra non ha sua figlia vicina la natura è morta. Nella metopa osserviamo la posizione araldica dei due cavalli laterali e i volti delle due figure centrali che stanno a indicare per la notevole somiglianza, l’unità tra madre e figlia personificante il grano nei suoi due aspetti di spighe mature e di semi. La metopa rappresenta la consacrazione del suolo di Sicilia alla divinità.

visite articolo: 422

 

componente del giornale web
I PICCIOTTI NEWS
diretto da
Patrizia Spampinato
Secondaria I°
ISTITUTO COMPRENSIVO "ANTONINO CAPONNETTO"
di PALERMO (PA)