CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

09 agosto 2018   
LA POESIA: maestra di vita e di entusiasmo
di Zoe Cieplinski (Classe Seconda E)

La poesia è, sicuramente, una parte importante della vita, che la caratterizza e la rende profonda.
A scuola è sempre stata una materia sottovalutata, come accade d’altra parte anche nel resto della società e in altri ambiti anche colti. Alle medie, ad esempio, è un contenuto poco valorizzato, si studiano solo pochi argomenti e non bene.
Al liceo, invece, cambia tutto: il rapporto con la poesia si evolve, soprattutto, grazie alla possibilità date dai professori. Infatti, qui, ci si comincia a relazionare davvero con la poesia. Al primo anno, nonostante si faccia epica, si comprende l’utilità e la profondità dell’arte poetica, grazie ai primi approfondimenti dell’argomento epico. Così, seguendo questi stimoli, ho cominciato a scrivere. Le prime volte era, quasi, una valvola di sfogo, ma, dopo, ho cominciato a prendere coscienza di ciò che scrivevo. Ho sempre scritto in “modo silenzioso”, poiché lo facevo per me e non mostravo i miei lavori a nessuno. Poi, mi si sono aperti gli occhi: ho capito finalmente che la poesia non riguarda solo i testi da conservare nel privato, perché le parole poetiche sono capaci di addolcire e allietare l’anima di molti.
Il secondo anno al liceo la poesia è materia scolastica. Nello scorso anno scolastico nella mia classe, e riguardo a questo tema, uno degli autori più trattati è stato Baudelaire. Spesso ci si sente chiamati in causa, sia nella poesia che nella vita stessa dell’autore. Baudelaire era un’anima inquieta, non trovava pace, se non nella poesia, dove esprimeva se stesso. Nella poesia L’albatro Baudelaire paragona il poeta a questo uccello: entrambi sono diversi, impacciati se costretti a terra, abili e liberi in aria. Così mentre l’incapacità nell’uccello è dovuta alle ali, nel poeta a bloccarlo in terra, cioè fra i suoi simili, è probabilmente la sua capacità di andare oltre l’apparenza e di oltrepassare lo stato fisico delle cose.
Da questo si capisce quindi che la poesia non è solo un semplice argomento di scuola, o un insieme di testi da imparare a memoria, ma è una parte importante della vita, è ciò che rende la vita più profonda e che ci porta a vivere in altri universi, altre dimensioni.
Al contrario ci sono persone che credono che tutto ciò sia futile: dall’insegnamento della poesia a scuola, alla poesia stessa. Questo perché nella società, sempre più spesso, le persone non vengono giudicate per la loro cultura, per la loro profondità ma solo per la loro capacità di produrre profitto. Lo si vede dalle persone plurilaureate che nonostante il grande bagaglio di formazione restano senza lavoro, o lo si vede anche, e più spesso, dal poco “successo” e visibilità che hanno, per restare al nostro tema, i poeti. Si crede questo perché la nostra società si dimostra fondata su valori materiali, quali il denaro o il potere, e non sembra dare molta importanza all’introspezione delle persone. Ciò che in realtà conta davvero in una persona è proprio questo; ciò che è davvero importante è proprio la capacità di andare oltre, di immaginare e di sognare, e sono queste le facoltà umane che portano e porteranno avanti il mondo.

visite articolo: 559

 

componente del giornale web
Corradinomania
diretto da
Marco Tabellione
Scientifico
Corradino D'Ascanio
di MONTESILVANO (PE)