GIORNALE BENEMERITO DI ALBOSCUOLE   ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI GIORNALISMO SCOLASTICO
TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Farò del mio peggio News - il giornale web della scuola O. Grassi di SAVONA (SV) diretto da Vincenzo D'Amico - Vincenzo D'Amico
Liceo Scientifico - Dirigente scolastico: Fulvio Bianchi - www.alboscuole.it/farodelmiopeggionews - lettori 58.749

Premi Nazionali: 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014
prima pagina archivio articoli redazione
22 gennaio 2015   
LA LIBERTA' DI PAROLA IN ITALIA
di christian taruscia

In questi giorni si è parlato spesso dell'attacco terroristico subito dal giornale satirico francese Charlie Hebdo e, di conseguenza, sono spuntati slogan, manifesti e cartelli della serie “Je suis charlie”. Ovviamente, anche in Italia questo slogan ha spopolato, ma più come moda che come atto di solidarietà, ...


21 gennaio 2015   
L'ESCLUSA
di camilla lussetti

Autore : Luigi Pirandello Titolo : L'esclusa Editore:Einaudi Luogo : Milano Data di pubblicazione : 1908 Genere : Romanzo Riassunto : Marta Ajala viene sorpresa dal marito Rocco Pentagora mentre sta leggendo una lettera d'amore che le aveva scritto un giovane del paese, Gregorio Alvignani, e per questo viene cacciata ingiustamente di casa, poiché Marta non aveva mai avuto rapporti con il mittente. Il padre di Marta, Francesco Ajala, per il dolore e l’umiliazione si rinchiude in se stesso, abbandona gli affari e nel giro di qualche settimana muore, lasciando Marta, la moglie Agata e la seconda figlia Maria da sole. Il fallimento dell'impresa paterna mette sul lastrico le tre donne, che sono costrette anche a lasciare la casa, trovando qualche ...


21 gennaio 2015   
La Scienza è sempre un bene?
di Marco Moroni

La Scienza è un bene a priori, o questo è ciò che erroneamente si crede. Tuttavia la storia ci dice che non è così. La Scienza non è né un bene né un male, bensì uno strumento. Come il denaro. È uno strumento che può (e deve) essere usato per migliorare l’umanità, innalzarla a livelli superiori e nobilitarla; ...


21 gennaio 2015   
"Liberté Egalité Fraternité"
di Giorgia Bertolotto

Periodico, settimanale francese dallo stile pungente e un po' sfacciato ... ormai tutti avrete capito che mi sto riferendo a "Charlie Hebdo", il giornale satirico del quale tanto si parla in questo periodo. Purtroppo, non per ridere sopra alle simpatiche vignette esposte nelle pagine del periodico, ma ...


22 gennaio 2015   
Il NON rispetto della Costituzione
di Marco Moroni

Vorrei porre l'attenzione sul fatto che i vari governi che si sono succeduti, diciamo negli ultimi 10 anni (probabilmente di più), abbiano violato ben 5 dei 12 principi fondamentali della repubblica italiana. Rispettivamente il 1°, 3°, 4°, 5° e 9°. Analizziamo nel dettaglio, seppure brevemente, il perché: • Il ...

22 gennaio 2015   
NOTIZIE VERE NOTIZIE FALSE: una dura verità
di Lara Calamano

Sembra impossibile eppure è la verità. A Radio RDS, “ notizie vere notizie false”, gli ascoltatori dovevano indovinare quale fosse la notizia vera tra le seguenti: 1) Dopo l’attentato al giornale Charlie Hebdo ogni giocatore del PSG ha deciso di indossare durante una partita una maglia senza il proprio nome ma con su scritto “je suis Charlie” per commemorare le vittime. 2) Un calciatore di origine marocchina che gioca in una squadra del rodigino, ha postato nel profilo Facebook dei commenti all'eccidio di Parigi sostenendo «non mi piace perché è durato poco. Quello dell'11 settembre era più bello», «12 sono pochi, poi neanche una foto con il sangue. Il presidente della società lo ha allontanato dalla squadra. Ciò che si sperava fosse ovvio ...


16 gennaio 2015   
#JeSuisCharlie
di Danja Stocca

La scritta "Je suis Charlie" ("Io sono Charlie") usata per mostrare vicinanza al giornale satirico francese "Charlie Hebdo" e diventata virale sul web nelle ore successive all'attentato terroristico, nel quale sono morte 12 persone, avvenuto il 7 Gennaio 2015. Su tutti i social networks la reazione ...


16 gennaio 2015   
JE SUIS CHARLIE
di sara tessitore

2 Novembre 2011: nella notte la sede del periodico settimanale satirico francese 'Charlie Hebdo' viene distrutta in seguito al lancio di diverse bombe Molotov. Questo giornale dallo spirito caustico e irriverente è ricco di vignette scandalo che vanno contro la maggior parte della gerarchie religiose ...


16 gennaio 2015   
La Liberté può uccidere!
di Daniela Sula

L'immagine rilanciata dai titoloni dei media sembra l'inizio urticante di un film dove nessuno si salverà. «Parigi, assalto a “Charlie Hebdo”», questa l'introduzione del Tg2, il giorno della tragedia. Il 7 di questo mese si è verificato un massacro nella capitale francese, o meglio nella sede del giornale ...


16 gennaio 2015   
Chi è lo straniero ai giorni nostri?
di Lucrezia Lori

Purtroppo, nel ventunesimo secolo, l’uomo ha ancora una mentalità che appartiene a un’epoca antecedente rispetto a quella in cui vive. Egli vede lo straniero come un intruso che invade una terra che non gli appartiene e si sente in obbligo di difenderla. Infatti, se una persona con questa mentalità retrograda si ritrovasse davanti un individuo diverso da se stesso, nella sua mente riecheggerà una domanda per lui abbastanza spontanea: “Perché non se ne torna da dove è venuto?”. È arrivato il momento di abbandonare questo comportamento e di affrontare un percorso di sviluppo morale di cui sentiamo tanto parlare, ma che nessuno ha il coraggio di iniziare. Alessandro Manzoni, con “I Promessi Sposi” ci insegna che uno straniero è facile da fraintendere, ...

16 gennaio 2015   
MANIFESTO AUTISTICO DELLA NUOVA UMANITA'
di camilla lussetti

Nella lettera che Cicerone scrisse al suo grande amico Attico, egli si lamenta con lui del fatto che le sue amicizie, al di fuori della loro e di quelle familiari, sono false, pura esteriorità, che valgono solo per il lustro del mondo, ma sono sterili per lui, costretto a fingere e dissimulare. I problemi che aveva Cicerone, più di 2000 anni fa, sono gli stessi che abbiamo oggi? Non è l'idea dell'amicizia a essere cambiata, ma l'approccio: con la diffusione dei social network possiamo avere 768 amici su Facebook, ma quanti di essi possiamo considerare amici? Le amicizie su Facebook sono solo delle icone sul nostro computer, è vero che Facebook ci permette di mantenere un contatto con amici lontani, magari conosciuti durante un viaggio, ...


16 gennaio 2015   
LO SVILUPPO DEL PENSIERO MEDIEVALE
di camilla lussetti

La centralità del divino è dominante nella società feudale, intorno all' anno mille la realtà dei sensi era percepita come mondo di apparenze, questo potrebbe derivare dalla filosofia classica, che indica come ingannevole la realtà sensibile e che l'unico modo per concepire la realtà nella più pura delle sue forme è la ragione, nel medioevo la chiave di lettura di tutto diventa Dio, centro di ogni cosa, la vita terrena viene vissuta per raggiungere uno stato di benessere in quella ultraterrena,e la storia e la vita umana sono regolate dalla Provvidenza, come racconta Manzoni ne 'I Promessi Sposi', tutto viene interpretato attraverso dei segni, la numerologia ne è una prova, la stessa Commedia è piena di significati numerologici e la teologia ...


16 gennaio 2015   
LIBERTA’, FREEDOM, LIBERTAD, FREIHEIT, LIBERTE’
di Caterina Canepa

1) “Lasciate che la libertà regni. Il Sole non tramonterà mai su una così gloriosa conquista umana” - - Nelson Mandela 2) “La mia libertà finisce dove comincia la vostra” - Martin Luther King 3) “La libertà comincia dall’ironia” - Victor Hugo 4) “La libertà significa responsabilità: ecco perché molti ...


16 gennaio 2015   
PAROLE IN LIBERTA’
di Caterina Canepa

Gli ultimi fatti di cronaca internazionale hanno evidenziato un fenomeno: il terrorismo. Questo ha origini alquanto lontane se viene rapportato ai ragazzi di oggi. Le prime manifestazioni di terrorismo in Italia si ebbero negli anni 70 con due gruppi terroristici: quello “nero” e quello “rosso che diedero ...


16 gennaio 2015   
Gli otto condimenti pastafariani
di Riccardo Marciano

(Maiuscole e censura come da testo originale) 1.Io preferirei davvero che tu evitassi di comportarti come un asino bigotto "più-santo-di te" quando descrivi la mia spaghettosa bontà. Se qualcuno non crede in Me, pace, nessun problema! Dico davvero, non sono mica così vanitoso. E poi non stiamo parlando ...