ALBOSCUOLE   ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI GIORNALISMO SCOLASTICO
TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Maffioli  

   Possagno & Crespano  News

Questa scuola partecipa al "Giornale d'Istituto online" grazie ad un accordo di collaborazione tra Provincia di Treviso e Associazione Alboscuole
Maffioli Possagno & Crespano News - il giornale web della scuola G. MAFFIOLI di POSSAGNO (TV) diretto da GIOVANNI COSATTI
Istituto Professionale Alberghiero - Dirigente scolastico: Alessandra Fusaro - www.alboscuole.it/113912 - lettori 31.143

Premi Nazionali: 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014
prima pagina archivio articoli redazione
20 febbraio 2014   
Donare... per la vita
di Enrico De Faveri



Il giorno 10 febbraio i ragazzi delle classi 3eA e CEP di Crespano, hanno partecipato a un incontro con due operatrici sanitarie dell’Ospedale di Castelfranco Veneto, Francesca e Valentina, sulla donazione degli organi.
In prima battuta le due infermiere hanno spiegato in cosa consiste la donazione degli organi, come si effettua, quando si effettua e cosa si può donare da vivi e cosa da morti, classificando la morte come celebrale, quando l’attività dell’encefalo termina irreversibilmente e cardiaca, quando c’è la mancanza sia di flusso di sangue nel corpo e sia di respirazione. Per accertarsi che un individuo è realmente morto occorre svolgere test di apnea, reazione del tronco e celebrale; solo alla fine di questi si può procedere con la donazione.
Successivamente le operatrici sanitarie hanno illustrato in quali condizioni si può donare effettivamente gli organi, ovvero da vivi in ottime condizioni di salute. Inoltre la persona non deve fumare, bere, fare uso di sostanze stupefacenti. Le donazioni da cadavere a cuore battente, infine sono possibili quando il donatore è consenziente e il l’individuo che ha bisogno di un trapianto sia compatibile.
Gli organi che si possono donare sono: cuore, pancreas, polmoni da morti, reni e fegato anche da vivi, ovviamente in parte.
I tessuti donabili sono: la cute, le cornee degli occhi, i tendini, vasi sanguigni, valvole cardiache, ossa, sangue, midollo, placenta, sangue del cordone ombelicale.
I tessuti sono conservabili in azoto liquido per un anno, mentre gli organi non possono essere conservati e dopo il trapianto per evitare la possibilità del rigetto il ricevente deve assumere specifici farmaci.
Infine le infermiere hanno proposto alcune situazioni nelle quali uomini o donne desideravano donare gli organi e noi studenti dovevamo correggere gli eventuali fattori/elementi che rendevano impossibile la donazione.

visite articolo: 7.707

 

<<< torna indietro