ALBOSCUOLE   ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI GIORNALISMO SCOLASTICO
TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Maffioli  

   Possagno & Crespano  News

Questa scuola partecipa al "Giornale d'Istituto online" grazie ad un accordo di collaborazione tra Provincia di Treviso e Associazione Alboscuole
Maffioli Possagno & Crespano News - il giornale web della scuola G. MAFFIOLI di POSSAGNO (TV) diretto da GIOVANNI COSATTI
Istituto Professionale Alberghiero - Dirigente scolastico: Alessandra Fusaro - www.alboscuole.it/113912 - lettori 31.159

Premi Nazionali: 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014
prima pagina archivio articoli redazione
01 gennaio 2014   
Gli allievi dell'IPSSAR Maffioli di Possagno/Crespano protagonisti all'inaugurazione della mostra sulle Tre Grazie di Canova a Possagno, in Gipsoteca
di G. S.

In occasione dell’inaugurazione dell’importante mostra sulle Tre Grazie del Canova, visitabile fino al 4 maggio 2014, tenutasi il dicembre nella Gipstoteca – Museo Antonio Canova di Possagno, le classi 3^CE/SP - 4^CE/SP e 5^ATP, della sede associata Ipssar di Possagno/Crespano, guidate con grande entusiasmo e professionalità dalle professoresse Piera del Vesco e Liva Zanin, hanno predisposto sia l’attività di accoglienza che il servizio al buffet, per la stampa all’ora di pranzo e poi in serata per le autorità, in modo eccellente.
Alla presenza di moltissimi illustri ospiti, dei sindaci di Possagno e di Crespano e del direttore della sede Ipssar di Possagno/Crespano Giovanni Cosatti, delegato della Dirigente Scolastica, il presidente della fondazione Canova di Possagno, onorevole Giancarlo Galan, ha ringraziato gli studenti e i docenti “che hanno dimostrato le loro ottime competenze e hanno messo in luce, ancora una volta, l’elevata preparazione professionale e culturale degli allievi dell’ Istituto, qualità che sono apprezzate a livello nazionale, tanto da fare di questa scuola un’eccellenza che valorizza il territorio della Pedemontana del Grappa e che anche in futuro potrà rappresentare un sicuro volano di sviluppo per l’intero territorio abitato da ben 55.000 persone”.
“Canova – è evidenziato in un comunicato stampa del Museo possagnese- ha interpretate le Tre Grazie in due esemplari, molto simili. Il primo, ora all’Ermitage di San Pietroburgo, il secondo (Grazie di Bedfod) è oggi equamente suddiviso, sette anni ciascuno, dalla National Gallery of Scotland di Edimburgo e dal Victoria & Albert Museum di Londra.


Nella sua Casa-Museo, nella natia Possagno, Canova lasciò il gesso originale della prima versione delle Grazie, quel gesso su cui aveva lavorato per creare il suo capolavoro. La levigatezza del marmo finale era qui ricreata da una patina in cera d’api. A Possagno giunse anche il gesso tratto dalle Grazie inglesi, quale documento da conservare a perenne memoria dell’arte del grande scultore”.

I gessi, con molte altre opere ospitate in Gipsoteca vennero purtroppo danneggiati gravemente dai bombardamenti degli austroungarici durante la Prima Grande Guerra, (questa zona fu a lungo a ridosso della prima linea che correva lungo il Grappa,il monte Tomba, il Piave e il Montello). Nel primo dopoguerra, Stefano e Siro Serafin, custodi e abilissimi restauratori, sanarono molti dei danni. Non intervennero invece sulle Grazie di Bedfod.
Ora – sottolinea il direttore del Museo e della Gipsoteca Mario Guderzo – “grazie alla collaborazione delle National Galleries of Scotland, di Edinburgo, proprietari del prezioso marmo, è stato possibile fotografare e scansionare l’opera e così si è riusciti a ricomporre le parti mancanti del gesso di Possagno. “ Assieme a Guderzo, protagonisti dell’iniziativa della Fondazione guidata da Giancarlo Galan, sono stati Ugo Soragni, direttore Regione per i Beni Culturali, Giuseppe Pavanello, dell’Università di Trieste e Direttore del Centro Studi Canoviani di Possagno, Marica Mercalli, Soprintendente per i Beni Storici e Artistici ed Etnoantropologici per le Province di Venezia, Padova, Belluno e Treviso, Aidan Weston Lewis, dello Scottish National Gallery di Edinburgo e Giancarlo Cunial della Gipsoteca di Possagno, tutti componenti, fra l’altro, del comitato Scientifico della bella mostra.

visite articolo: 8.470

 

<<< torna indietro