ALBOSCUOLE   ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI GIORNALISMO SCOLASTICO
TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

 

 

 

Il Viandante

 

 

 

Il Viandante - il giornale web della scuola N. SENSALE di NOCERA INFERIORE (SA) diretto da Assunta Tortora
Liceo Scientifico - Dirigente scolastico: Elvira D'Ambrosio - www.alboscuole.it/ilviandante - lettori 28.332

Premi Nazionali: 2006 2007 2008 2012
prima pagina archivio articoli redazione
17 novembre 2016   
Una generazione “senza versi”
di Teresa Corvino

E’ ancora possibile parlare di poesia nella nostra generazione?
Nel 2016 ormai sono sempre meno i giovani che si avvicinano a questo particolare modo di esprimersi, aprendo alla poesia la strada verso una posizione di sempre minor importanza e considerazione. Il problema appare dal momento che le nuove tecnologie permettono ai giovani di esprimere i propri sentimenti e punti di vista in modo più rapido e semplice, ma spesso anche in modo completamente errato e sintatticamente e nel contesto. Accenti fuori posto, condizionali che prendono il posto dei congiuntivi, punteggiatura assente o quasi, sono solo alcuni degli errori più comuni che deludono le aspettative di chi magari ancora spera in un ritorno alla forma poetica. La cosa diventa interessante se si pensa che l’Italia è stata la patria di importantissimi poeti, grandi nomi hanno contribuito a far dell’Italia uno dei paesi più “poetici” in assoluto, esempi ne sono: Dante Alighieri, Giacomo Leopardi, Eugenio Montale, Giuseppe Ungaretti, Gabriele D’annunzio e tanti altri ancora che attraverso il loro scritto hanno fatto sì che il patrimonio poetico italiano arrivasse a un livello di tale importanza e bellezza da essere conosciuto in tutto il mondo. Oggi i pochi poeti sopravvissuti all’apaticità e tecnologia del XXI secolo, portano avanti i propri ideali e valori nonostante essi siano sempre meno diffusi. Un atto di coraggio, dunque, considerando gli elementi esposti in precedenza. In questo accellerarsi continuo della vita, dove può collocarsi la poesia, l'antica arte che esprime la comunicazione attraverso suoni, parole, melodie? C'è ancora spazio per essa, per i suoi tempi lenti, i suoi spazi che si tramutano in profondi silenzi, le sue parole soppesate ad una ad una?

visite articolo: 2.239

 

<<< torna indietro