ALBOSCUOLE   ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI GIORNALISMO SCOLASTICO
TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Articolo ventuno
Articolo ventuno - il giornale web della scuola Istituto Comprensivo "F. Nullo" di Scanzorosciate (BG) diretto da Adriana Savoca
Scuola Secondaria I° - Dirigente scolastico: Prof. Luigi Airoldi - www.alboscuole.it/174982 - lettori 207.143

Premi Nazionali: 2012 2013 2014
prima pagina archivio articoli redazione
21 marzo 2018   
La scuola di Marta
di Claudia Sangiovanni classe 1g Secondaria Scanzorosciate

Io ho frequentato la scuola fino a diciannove anni.
Era obbligatorio andarci fino alla terza media e poi si poteva scegliere se lavorare o andare avanti con gli studi.
In totale la giornata scolastica era formata da cinque ore.
Frequentavo le lezioni ogni giorno, cioè sei giorni su sette, ovviamente tranne quando ero malata.
L’orario della scuola era antimeridiano.
Visto che non andavo a scuola di pomeriggio non c’era il servizio mensa ma andavo a mangiare a casa.
Le classi erano tutte miste ed erano formate da più di trenta alunni.
La scuola dove andavo io, per ragionieri, si trova ancora oggi a Firenze in Via Giusti e lì andavo a piedi perché non era distante da casa mia.
L’aula veniva riscaldata con i termosifoni, era molto ampia, con tante finestre che la illuminavano tutta ; si trovava al terzo piano.
Gli arredi erano semplicemente i banchi, la cattedra e la lavagna.
Gli insegnanti erano otto, che insegnavano una o due materie ciascuno.
I bidelli erano tre uno per ogni piano.
In quella scuola si studiava: ragioneria, tecnica, italiano, matematica, diritto, economia, storia, geografia, scienze, educazione fisica, tedesco, inglese e religione.
I maschi non indossavano il grembiule perché erano vestiti più eleganti delle femmine; però loro avrebbero potuto indossarlo.
A quel tempo avevo dieci libri che tenevo legati fra loro con una cinta elastica perché li portavo a mano.
Per scrivere utilizzavo le biro normali e non era per niente difficile.
La mia materia preferita era inglese perché mi piaceva il modo in cui spiegava la professoressa.
In tutti gli anni della Scuola Superiore non ho mai preso punizioni ma qualche volta mi sgridavano.
Si facevano molto spesso le gite.



visite articolo: 1.708

 

<<< torna indietro