ALBOSCUOLE   ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI GIORNALISMO SCOLASTICO
TARGA D'ARGENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Istrana Reporter

Istrana Reporter - il giornale web della scuola Istituto Comprensivo di Istrana (TV) diretto da
Scuola Primaria / Scuola Secondaria I° - Dirigente scolastico: Gianmichele Costa - www.alboscuole.it/175085 - lettori 10.254

Premi Nazionali: 2013
prima pagina archivio articoli redazione
20 maggio 2013   
LABORATORIO DEL TEMPO PROLUNGATO
di Brancaccio Riccardo e Pavan Pierluigi 2 C

LA FILTRAZIONE
Il nostro scopo era quello di separare due sostanze solide (sabbia e il sale da cucina) che mescolate tra loro che formano un miscuglio eterogeneo,sfruttando prima la diversa solubilità in acqua,poi la diversa dimensione delle particelle.
Per questo esperimento abbiamo usato un’asta di sostegno, un anello di ottone, un becher, un imbuto a gambo lungo, una carta da filtro, una bacchetta di vetro e una spruzzetta.
Per prima cosa abbiamo prelevato il miscuglio e deposto nel becher. Poi abbiamo versato circa 100 ml di acqua nel becher e mescolato con la bacchetta di vetro. Abbiamo posizionato l’imbuto sull’anello e, sotto, abbiamo messo un becher di raccolta. Poi si prepara la carta da filtro e si ritaglia un cerchio con diametro maggiore di quello dell’imbuto,si piega a semicerchio e poi a un quarto di cerchio e quindi si bagna con la spruzzetta.
Si osserva che, versando il miscuglio, la sabbia resta attaccata alla carta da filtro mentre l’acqua e il sale passano e in questo modo si ottiene un miscuglio omogeneo formato da acqua e sale e si è riusciti a separare la sabbia dal sale. Secondo voi come si può, poi, ottenere di nuovo il sale ?

visite articolo: 3.674

 

<<< torna indietro