CAMPIONATO ITALIANO DI CULTURA GENERALE www.eccellenzenazionali.it
Premi in Palio: iPhone e ricariche cellulari per gli studenti - iPad e buoni spesa per i docenti - finanziamento alla scuola

12 gennaio 2011   
I temi principali dei “ Promessi Sposi ”
di Matteo Marchini

Nel musical tratto dal romanzo scritto da Alessandro Manzoni “I Promessi Sposi”, sono tre i temi fondamentali, l’amore (tra Renzo e Lucia), la giustizia e ovviamente il potere.
L’Amore tra Renzo e Lucia è il punto fondamentale della storia, quello su cui si basa il racconto, a quel tempo il loro amore era negato da un prepotente, Don Rodrigo, che si era innamorato di Lucia.
L’altro tema, la giustizia, a quel tempo era quasi un lusso e raramente veniva applicata, per via dei prepotenti che dominavano sui più poveri che nel 1600 non avevano alcun diritto. Manzoni fa capire questo concetto molto bene quando nel romanzo parla dell’incontro di Renzo con l’avvocato Azzeccagarbugli; Renzo era quasi riuscito a convincere l’avvocato a farsi assistere per contrastare questo prepotente, ma, quando Renzo dice che il malvagio che voleva ostacolare il suo matrimonio era il potente don Rodrigo, l’avvocato spaventato ed arrabbiato lo butta fuori di casa tirandogli addosso i capponi che gli aveva portato in regalo.
L’ultimo dei temi principali del libro è quello del potere, solo le persone ricche possedevano il potere e potevano fare tutto degli altri senza neanche dover faticare più di tanto, l’esempio lampante è la facilità con la quale Don Rodrigo riesce ad impedire che il matrimonio fra Renzo e Lucia venga celebrato.
La società del ‘600 era una società sbagliata, fondata su dei principi ingiusti, se per fortuna nascevi ricco, figlio di un potente, riuscivi a fare una vita agiata ed a comandare sugli altri; chi invece non era fortunato, ovvero la maggior parte della gente, era costretto a subire tutta la vita. Per esempio, Renzo e Lucia non sono neanche liberi di sposarsi, ma per farlo devono rischiare di morire e vagare per tutta la Lombardia e solo dopo tanto tempo e aiutati anche dalla morte di Don Rodrigo riescono a sposarsi.
A volte le persone che nascevano da famiglie comuni, non nobili e ricche, cercavano rifugio nella chiesa e nel cattolicesimo, un esempio nel romanzo è rappresentato da Don Abbondio, anche se in questo caso l’essere curato gli ha procurato molti guai.

visite articolo: 4.083

 

componente del giornale web
Voci dal corridoio
diretto da
Maria Teresa Petrone
Secondaria I°
EZIO VANONI
di MORBEGNO (SO)